Dog Show

Il valore delle Expo

Quanto sono davvero importanti le esposizioni di bellezza per i nostri Staffordshire Bull Terrier?

 

Gare di bellezza Staffordshire Bull Terrier

 

1-Esposizioni di bellezza in generale

2-Esposizioni Internazionali (F.C.I.)

3-Esposizioni Nazionali , (Enci)

4-Raduni di Razza

5-Speciali di razza

6-Open show (confomation show)

 

 

questi sono i dettagli che andremo ad esaminare in questo primo articolo a cura dell’Allevamento Staffordshire Bull Terrier in Toscana  “Lionhard Staff’s”:

 

1- Le esposizioni di bellezza esistono da molti anni ed in ogni paese del mondo, in Italia le piu diffuse sono quelle organizzate dall’ Ente della cinofilia Italiana assieme a quelle di altri paesi europei organizzate dai relativi Kennel Club di ogni Nazione.

Tutte le esposizioni di bellezza e i corrispettivi enti ( kennel Club ) sono gestiti e affiliati alla F.C.I. (Federazione Cinofila Internazionale) fondata nel 1911 da alcuni paesi come:

Germania, Francia, Austria, Belgio , Olanda.

91 Paesi sono membri di questa federazione mondiale e 344 razze sono iscritte nei sui registri, lo Staffordshire Bull Terrier con numero di riferimento 076 ( razza non soggetta a prova di lavoro ) è stata registrata nel 1954.

Durante l’anno in Italia abbiamo una serie di manifestazioni aperte alla maggior parte delle razze, organizzate dai gruppi cinofili di ogni città ( delegazioni enci ).

 

Visto che la nostra razza purtroppo,  non prevede prova di lavoro parleremo solo delle esposizioni e dei certificati necessari per la qualifica di Campione Italiano o Campione Internazionale, tralasciando altri tipi di certificati necessari per le razze sottoposte alle stesse.

 

Le esposizioni Nazionali c.a.c. (campionato Italiani di bellezza)

Dovrebbero essere dirette da Esperti  Giudici, autorizzati a rilasciare certificati di attitudine al campionato Italiano di Bellezza (in teoria).

In pratica visto la giovane età della nostra razza in Italia con le sue prime importazioni negli anni 90 gli stessi Giudici che si trovano in un ring a giudicare l’Sbt non risultano essere molto preparati a riconoscere le vere caratteristiche di razza, pertanto spesso può capitare (visto il modo superficiale del metodo di giudizio), trovarsi al podio con un cane comprato dal primo venditore di cuccioli e viceversa trovarsi con un tipico staffordshirebull terrier magari “squalificato” perchè rissoso con altri conspecifici dello stesso sesso.

Questa triste realtà ormai è comune al 99% delle esposizioni Nazionali Cac che sono a calendario in Italia durante l’anno solare.

 

Le esposizioni Internazionali c.a.c.i.b.

Dovrebbero essere dirette da Esperti  Giudici

( per la maggior parte dei casi esteri ) autorizzati a rilasciare certificati di attitudine al campionato Internazionale.

Ed è proprio questa la differenza rispetto alle Nazionali , la competenza dei Giudici che dovrebbe essere un filino più elevata (dato che in alcuni paesi l’sbt è piu diffuso) e quindi con se dovrebbe essere diffusa anche la conoscenza sulla razza.

Se siamo fortunati una volta su 100 possiamo incontrare addirittura uno Specialista allevatore di razza! ma questo è raro evento.

La maggior parte dei Giudici sono per lo più all round o giudici del gruppo 3. ( classificazione di gruppi per razze terrier ).

Questo comporta un uniformità di metodo di giudizio basato su caratteristiche generali accomunate ad ogni razza e non è sempre un bene, visto la cinognostica totalmente differente tra ogni razza, selezionata, creata dall’uomo per specifici scopi.

 

Raduni di Razza

I Raduni sono organizzati da associazioni ( Club ) che gestiscono l’intero monopolio delle razze in ambito ufficiale ( Enci / F.c.i.) che dovrebbero assicurare una maggiore tutela della razza attraverso attività a 360 gradi, nello specifico, prove di lavoro, prove attitudinali, stage, meeting e tutto quello che dovrebbe portare cultura su di una razza e tutelarne le caratteristiche originali.

Dovrebbero essere a parer mio giudicate soltanto da Specialisti Allevatori di razza ma per questioni logistiche, economiche e politiche questo non sempre avviene.

Il problema più diffuso per la nostra razza è quello di non avere un club centrale specifico per Staffordshire Bull Terrier ma rimane ubicata all’interno di un associazione che esiste a tutela di tutto il gruppo 3, i Terriers.

 

La scarsa venuta di Giudici Allevatori Specialisti di Razza crea non pochi problemi agli allevatori che vorrebbero confrontare i propri prodotti frutto della loro selezione.

Questo genere di esposizioni sono quelle più difficili (nel senso umano) da affrontare, quelle dove invece di trascorrere una giornata nata per la crescita della razza, finisce per essere un luogo carico di invidia e veleno dove trovano spazio cattive parole, dispregiativi o peggio ancora veri e propri riti voodoo nei confronti di chi esce vincitore dal raduno di razza. Anzichè creare unione il raduno è uno specialista nel creare fazioni!

Ed infine si finisce a deconcentrarsi dall’obiettivo principale, LA SELEZIONE DELLA RAZZA.

Non tutti i raduni sono cosi negativi come personalmente ve li sto descrivendo ma sono perle ormai rare giornate fatte da una sana competizione tra allevatori ed appassionati  dove arriva un onesto e competente Giudice allevatore di razza a dare il suo contributo alla nostra crescita.

Per questo il campionato Italiano per la nostra razza risulta essere il piu difficile al mondo, fatto solo per numeri 1 !

e se siamo i numeri 2? beh mettiamoci in fila!

Chiaramente mi piace essere sempre ironico e non prendere mai la vita troppo sul serio ma per quanto mi riguarda partecipo sempre con lo stesso spirito a questo genere di manifestazioni fregandomene altamente dei certificati necessari al campionato Italiano e cercando di trarre quanta piu crescita è possibile dal Giudice che da il suo contributo ed il sano confronto con alcuni miei colleghi.

 

 

Speciali di Razza, 

Non molto diverse dai Raduni, spesso si trovano all’interno di una Nazionale o un Internazionale e dovrebbero essere sempre giudicate da Specialisti ma qui è ancora piu probabile che ci capitino Giudici di Gruppo o  All Round. Questo accade sempre per una questione di organizzazione logistica di distribuzione razze o comunque per difficoltà di natura economica.

L’ambiente  e l’atmosfera non risulta essere molto differente dai raduni sopracitati.

 

Open Show – (NON VALIDE PER NESSUN CAMPIONATO enci)

Le cosiddette Amatoriali gestite da piccole associazioni e si differenziano in due tipologie:

La prime sono delle vere e proprie “amatoriali” aperte a tutte le razze, dove può essere utile presentare dei soggetti alle prime armi o per abituare cani che non accettano facilmente di essere esposti in gara.

Queste esposizioni sono frequentate da persone di ogni genere, allevatori, privati, appassionati o anche da chi per la prima volta prova ad affacciarsi a questo mondo.

Sono molto simpatiche il clima è molto rilassato i giudici non sono il massimo ma i premi sono molto più abbondanti e gratificanti delle stesse gare ufficiali!

Bottiglie di vino, prosciutti, salami e gadget di ogni genere!

 

La seconda tipologia è quella che preferisco, organizzata da piccole associazioni ( club ) dedite unicamente alla razza.

 

In Italia ne abbiamo 3 al momento dichiarate:

 

Gruppo Cinofilo Ladispolano (Roma)

 

S.B.T.S.C.I. ( Staffordshire Bull Terrier Sporting Club) Piacenza

 

S.B.T.W.C.C. ( Staffordshire Bull Terrier West Coast Club) – Toscana

 

-altre ancora non dichiarate sono presenti nel Lazio, Lombardia, Veneto e Toscana.

 

Questo genere di associazioni prevedono sempre la venuta di Giudici Specialisti allevatori di razza (sbt)

e spesso sviluppate con veri e propri trofei di razza, con premiazioni che fanno invidia alle più belle manifestazioni Internazionali.

Manufatti, medaglie, coppe, coccarde e diversi gadget, tutti in tema SBT!

Un ambiente molto piu rilassato visto l’assenza di certificati ufficiali ma allo stesso tempo di un valore cinotecnico superiore a mio avviso, visto i grandi nomi che grazie a queste associazioni abbiamo avuto in Italia in pochissimo tempo!

 

Danny Gilmour, Litz Stanway, Bianca Janssen, Paul Stanway, Karen Johnson, Eric Galvin, Mike Davies, Kevin Jones, Bill Blacker, John Ryder, Craig Scanlan, Bev Harrison, Martin Johnson, Joe Blacker, Tony Brindley, Jamie Mace, Huntly Pringle!!!

 

Tutti allevatori e Giudici specialisti di della nostra razza.

di ogni associazione potrete trovare i siti internet nella sezione “Link” del sito, www.lionhard.it

 

————————————————————

 

di seguito alcune domande importanti per chiarire dei concetti:

 

1) Quanto sono davvero importanti queste manifestazioni ai fini della selezione?

 

Personalmente credo che ai fini della selezione non siano cosi necessarie conferme di campionati o certificati, il buon allevamento lo fà tanto l’etica della persona, gli obiettivi della selezione, le scelte di escludere riproduttori e fattrici non idonee, l’esperienza maturata nel tempo e sul campo.

Sicuramente tra tutte una mano per la selezione può arrivare da queste associazioni amatoriali che lavorano oggettivamente più del club ufficiale della nostra razza!

Pertanto se dovessi avere delle conferme sulla qualità di alcuni esemplari in mio possesso preferirei andare sempre al cospetto di chi ne sa piu di me , solo cosi potrei ritenermi soddisfatto e cresciuto con quel piccolo contributo in piu che ogni manifestazione sana può darti.

 

2) Quanto incidono le esposizioni sulla scelta degli stalloni da utilizzare in riproduzione?

 

 

Purtroppo tanto! questo mi sento di dirlo perchè a molti risulta piu facile andare a fare una monta da un pluricampione di bellezza anzichè da un affermato riproduttore in fatto di carattrere e morfologia unita assieme ai controlli sanitari che ogni esemplare dovrebbe avere per possedere il cosi detto bollino verde!

Lo studio delle generazioni, della genetica dovrebbe servire a questo, le statistiche di razza, i portatori di patologie, il carattere trasmesso dai riproduttori ed il lavoro di una brava mamma con i suoi cuccioli dovrebbero fare da perno principale per la scelta del “sangue” da usare in riproduzione.

 

 

Ringraziando tutti per la lettura e precisando che si tratta di una semplice opinione fatta da un semplice appassionato dello Staffordshire Bull Terrier.

 

qualora chiunque voglia lasciare un commento a questo primo articolo, trova la possibilità di farlo in fondo alla pagina.

 

 

Alberto d’Atri – all. Lionhard Staff’s 

 

Follonica

 

28/03/2017 – ore 1.36

 

 

 

Next Article

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *